18.2 C
Roma
martedì, 2 Giugno 2020

Ricerca

Malattie rare: al V Premio Omar vince la comunicazione su ricerca, terapie avanzate e qualità della vita

0
Sei premi, per un totale di circa ventimila euro, sono stati assegnati ieri a coloro che nel 2017 hanno saputo divulgare in maniera scientificamente corretta ed originale il tema delle malattie rare. L’occasione è stata la V edizione del Premio O.Ma.R. per la comunicazione sulle malattie e i tumori rari, organizzato dall’Osservatorio Malattie Rare, in partnership con il Centro...

Una goccia aiuterà a fare diagnosi precoci di numerose malattie

0
Grazie a un metodo innovativo, rapido e che non richiede l’uso di attrezzature complesse è possibile individuare piccolissime tracce di molecole precursori di malattie in singole gocce di campione. A metterlo a punto, un team di ricercatori dell’Istituto di fisica applicata ‘Nello Carrara’ del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifac-Cnr). Lo studio è stato pubblicato su Scientific Reports, rivista del...

Trial clinici: nuove generazioni di ricercatori alla scuola GIMBE

0
Dopo il grande successo della prima edizione, nell’ambito del programma GIMBE4young, la Fondazione GIMBE lancia il secondo bando nazionale per la partecipazione alla “Summer School on... Metodologia dei trial clinici” (Loiano, 3-7 settembre 2018), corso residenziale finalizzato a preparare le nuove generazioni di ricercatori alle sfide che li attendono per migliorare qualità, etica, rilevanza e integrità della ricerca clinica. «Nella...

Praluent® (alirocumab) riduce significativamente il rischio di eventi cardiovascolari in pazienti ad alto rischio, ed è associato ad una riduzione della mortalità

0
 Sanofi e Regeneron Pharmaceuticals, Inc. hanno annunciato che lo studio clinico ODYSSEY OUTCOMES ha raggiunto l’endpoint primario, dimostrando che Praluent® (alirocumab) riduce significativamente il rischio di eventi avversi cardiovascolari maggiori (MACE) in pazienti con sindrome coronarica acuta (SCA) recente. I risultati dello studio sono stati presentati nel corso del 67° congresso annuale dell’American College of Cardiology che si è...

Amazon Web Services: intelligenza artificiale, IoT e big data spingono sull’acceleratore del settore automotive

0
Guida autonoma, Internet of Things e servizi digitali stanno diventando sempre più centrali nell’industria automotive, abilitando esperienze nuove e aprendo opportunità concrete per la creazione di valore. L’automotive è uno dei settori in cui la trasformazione digitale sta giocando un ruolo importante perché l’innovazione è uno dei fattori principali e determinanti. Oggi l’esperienza di guida deve unire prestazioni e design...