12.3 C
Rome
martedì, 19 Marzo 2019

Affari internazionali

“Leaders for Peace”: arriva la firma dell’Italia alla campagna di Rondine per la riduzione dei conflitti armati. Il Premier Conte è il primo firmatario dell’Appello lanciato alle Nazioni Unite...

È l’Italia il primo Paese che si impegna a sostenere l’Appello che Rondine ha presentato ai 193 Stati membri delle Nazioni Unite il 10 dicembre 2018, in occasione delle Celebrazioni del 70° Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. L’impegno è quello di spostare il costo di un’arma dal bilancio della difesa ad una borsa di studio per formare...

In Kazakhstan grandi opportunità di sviluppo ed ottime prospettive di successo per gli investitori internazionali.

Il Kazakhstan il più grande paese dell'Asia centrale, sta aumentando il suo potenziale di investimento. Nella classifica di "Fare affari" secondo il criterio di "attrattiva degli investimenti", il paese si colloca al 36° posto (10 indicatori) tra 190 paesi. E oggi, la Repubblica offre il regime più favorevole per gli investitori tra tutti gli stati della regione e della...

LARAN: Offensiva di Haftar, a rischio gli impianti Eni. Necessita impegno immediato a tutela degli interessi nazionali

Nel silenzio assoluto del Governo e del Parlamento italiano, in Libia il generale Haftar (il dominusdella Cirenaica fortemente sostenuto da Parigi) sta per prendere il controllo del più importante sito di estrazione di ENI, El Feel (giacimento Elephant), dopo che due giorni fa il suo Libyan National Army (LNA) ha sloggiato le forze fedeli al governo di al-Sarraj dal...

Nuovo sistema UE per il controllo sugli investimenti esteri

Il Parlamento europeo ha approvato oggi il primo strumento UE per il controllo degli investimenti diretti esteri, con l’obiettivo di tutelare i settori strategici. Sebbene l'UE rimanga aperta agli investimenti, gli investimenti diretti esteri (IDE) devono essere verificati per evitare che possano mettere in pericolo gli interessi strategici dell’UE. Le nuove disposizioni sulle modalità di controllo, già concordate in via...

Protezione civile UE: interventi più efficaci e rapidi

I deputati europei hanno approvato in via definitiva la riforma del Meccanismo di protezione civile UE, messo a dura prova nel 2017 e 2018 da incendi boschivi, tempeste e inondazioni. L’obiettivo della nuova legislazione, già concordata informalmente con il Consiglio lo scorso dicembre, è quello di aiutare gli Stati membri a rispondere più rapidamente e con maggiore efficacia alle catastrofi...